martedì 18 luglio • OBLIQUIDO • h 21.30
© suoni mobili 2017

LESMO | Le sonorità e suggestioni degli Obliquido tra sperimentazione elettronica e calore acustico mescolate al suono della trombettista campano nel suo lungo viaggio musicale tra Benevento e Oslo

venerdì 21 luglio • PIANETI AFFINI • h 21.30
© suoni mobili 2017

CREMELLA | Pianeti affini. Otto movimenti dedicati a pianeti, satelliti e materia oscura del nostro sistema solare. A completare la narrazione cosmica e sinestetica della serata, l’osservazione del cielo stellato assieme al gruppo Astrofili di Villasanta

sabato 29 luglio • SWINGEST • h 21.30 | Street food dalle h 18.30
© suoni mobili 2017

CORNATE D’ADDA | Swing e musica dell’Est Europa mescolati in un nuovo genere, meticcio per definizione. Brani della tradizione balcanica, rom, klezmer, russa, turca, riproposti e rimabltati con ritmiche swing e classici intramontabili dello swing suonati su ritmiche balcaniche

domenica 9 luglio • IRPINIA • h 18.30
© suoni mobili 2017

OSNAGO | Echi di tango argentino, improvvisazioni strumentali e un prezioso omaggio al primo Pino Daniele, ideatore di indimenticabili brani di blues verace come Che ore so

martedì 11 luglio • BANDAKADABRA FIGURINI • h 21.30
© suoni mobili 2017

MILANO | Sette fiati, due percussioni, swing, rocksteady, latin, balkan, una vera orchestra che unisce l’energia delle formazioni street al sound delle Big Band anni Trenta in uno stile di difficile definizione capace di fare dello spettacolo un’occasione per scambiare veramente qualcosa con il pubblico.

mercoledì 12 luglio • SAODAJ • SUONI NOMADI • h 21.30
© suoni mobili 2017

MILANO | Ecco il Maloya un genere musicale di Reunion, piccola isola francese perduta nell’Oceano Indiano, dove risiede questo gruppo di giovani in grandissimo lancio internazionale. Maloja, ovvero trance ipnotica, tribale, primigenia, coinvolgente e magnetica. Un’esperienza da cogliere rigorosamente dal vivo.

sabato 15 luglio • BOZ TRIO • h 21.30
© suoni mobili 2017

CASATENOVO | Il Boz Trio è un equipaggio a quattro musicisti pronti a farvi salpare verso rive lontane, attraverso l’oceano profondo della musica tradizionale di paesi diversi e lontani tra loro.